Il Porsche Club GT riparte dalla ‘mecca’: atto II al PEC Franciacorta


Per la prima volta l’adrenalinico monomarca delle 911, Cayman e Boxster stradali e da corsa approda nel nuovo e prestigioso Porsche Experience Center, che nel weekend del 29 maggio sarà la “casa naturale” del secondo round stagionale con 30 piloti pronti a sfidarsi a colpi di giri veloci. Evento speciale con impianto in esclusiva, un torneo sui go-kart e le tre gare domenica alle 13.45, 15.15 e 16.45. Tanti i driver bresciani e lombardi, ecco i duelli più attesi

Secondo round e spettacolo annunciato per il Porsche Club GT. Sabato 28 e domenica 29 maggio al Porsche Experience Center Franciacorta è speciale il secondo atto del monomarca nazionale riconosciuto ACI Sport e organizzato dal Porsche Club Umbria, che dopo l’apertura al Mugello riaccende i motori in quella che può essere considerata la “casa naturale” per tutti i porschisti. La serie con protagoniste le 911, Cayman e Boxster stradali e da corsa di ogni tipo entra nel vivo della stagione e annuncia alta tensione nelle sfide di “rivincita” che inseguitori e new-entry lanciano ai vincitori di un mese fa in terra toscana, a loro volta pronti ad allungare nella rincorsa al titolo. Il Porsche Club GT farà per la prima volta visita al prestigioso PEC Franciacorta, inaugurato nel settembre scorso, con un programma unico e usufruendo dell’impianto in esclusiva. Per i 37 piloti iscritti all’evento, in scaletta è inserito anche un torneo di karting a carico degli organizzatori che si disputerà sabato nel pomeriggio. La domenica sarà interamente dedicata alle attività esclusive in pista, con prove e gare di campionato, sessioni aggiuntive e le premiazioni finali sul podio di ciascuna categoria. Le adrenaliniche sfide a colpi di giri veloci valide per le classifiche prendono il via con le prove libere delle 9.35, seguite dalle qualifiche alle 11.05 e dalle tre gare in programma alle 13.45, 15.15 e 16.45.

Il tecnico circuito del PEC Franciacorta sarà teatro di duelli mozzafiato a partire dalle due categorie “racing” con in azione le 911 GT3 Cup. Nella DSW 991 Cup Diego Locanto riparte dalla leadership in classifica dopo l’en plein fatto segnare al Mugello. Il driver della milanese DL Racing torna al volante della 911 GT3 Cup di Krypton Motorsport e fra i rivali più temibili troverà lo stesso team manager della compagine bresciana, Stefano Pezzucchi, desideroso di ben figurare sulla pista di casa all’esordio stagionale nella serie. Attenzione però anche al valdarnese Daniele Polverini, secondo al Mugello, e a un altro protagonista in ascesa come Marco Santanocita, il driver laziale già a punti nella prima stagionale. Interessante il “pacchetto di mischia” delle new-entry, a partire dal parmense Massimo Navatta, che segna anche l’esordio di un altro importante team della Carrera Cup Italia, la Raptor Engineering diretta da Andrea Palma. Al debutto nel Porsche Club GT pure Renato Bianchi, portacolori bergamasco della Racevent pronto a far rombare la nuova generazione della “Cup” tedesca, il modello 992 da 510 cavalli. I liguri Fabio Simonassi e Stefano Spinaci sono invece al rientro in campionato dopo un convincente 2021: entrambi i piloti liguri saranno all’esordio sul modello 991.2 seguiti da coach Marcello Zito. Dopo il secondo posto del Mugello, nella Sparco 997 Cup, riservata alle generazioni precedenti di 911 GT3 Cup (996 e 997), va a caccia di rivincite il trentino Emiliano Formaini, pronto a far valere i gradi del campione in carica. In classe ritroverà a insidiarlo l’esperto svizzero Walo Berschinger, mentre Franciacorta sarà l’attesa prova di casa per l’appassionato gentleman driver bresciano Dario Peroni, nel 2021 nominato Pilota Sportivo dell’Anno.

Passando alle Porsche stradali, attese le supersfide della Goodyear GT3 RS, categoria regina dove si ripresenta da capoclassifica Aldo Grossi, il driver milanese capace di firmare in volata il primo successo stagionale al Mugello sulla “992 GT3”. Con la nuova “arma” da 510 cavalli si schierano anche il lodigiano Vincenzo Panuccio, a caccia del primo podio 2022, e il sardo Antonello Medde. Dopo un 2021 in crescita, rientra la famiglia ligure formata da papà Alessandro e dal figlio Edoardo Iazzetti, pronti all’esordio stagionale sulla GT3 RS, mentre dalla prorompente GT2 RS riparte il catanese Roberto Cannavò.

Vincitore al fotofinish per 92 millesimi al Mugello, nella Tubi Style GT3 l’attuale leader Alfredo Franceschi proverà a stupire anche a Franciacorta. L’esordiente driver bolognese se la dovrà di nuovo vedere con il pratese campione in carica Davide Zumpano, in cerca di rivincita, oltre che con il sempre coriaceo brianzolo Enrico Di Leo e il rientrante palermitano Luciano Micale, alla prima in stagione con la versione GTS della 911.

Passando alle Cayman della Panta GT4, si rinnova la sfida tra il bolognese Enzo Formato e il bergamasco Enrico Zanchi, primo e secondo al Mugello. Si conferma poi al via il sempre protagonista emiliano Luigi Podestà e approdano tre interessanti new-entry. Dopo esperienze passate, prima stagionale per il palermitano Paolo Prestipino (con l’unica “991 S” inserita nella categoria) e per il gradito ritorno di Marcello Ronzoni. L’esperto pilota di Reggio Emilia troverà al via un altro driver della provincia emiliana, l’amico Claudio Corradi, all’esordio assoluto nel Porsche Club GT.

Infine, si riforma la categoria Entry level / Historic, dove con la “997 S” il marchigiano di Civitanova Devid Vesprini si misurerà con le Cayman S dei milanesi Giorgio (papà) e Matteo (figlio) Vazzoler, entrambi alla prima 2022.

Porsche Club GT ’22: 10 apr. Mugello; 29 mag. Franciacorta; 19 giu. Misano; 11 sett. Vallelunga; 16 ott. Mugello; 6 nov. Misano

Agenzia ErregìMEDIA

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti